Unior- Filologia slava (2018-19)

DOCENTE: Prof. Tatiana LEKOVA
INSEGNAMENTO/ATTIVITÀ: Filologia slava, Laurea Triennale
SETTORE SCIENTIFICO-DISCIPLINARE: L LIN 21

CFU: 8 CFU
PARTIZIONAMENTO:

TEACHING/ACTIVITY: Slavic Philology

PREREQUISITI
La conoscenza di base di una o più lingue slave è gradita. Sono invece indispensabili competenze di linguistica generale.

PROPEDEUTICITÀ
Eventuali propedeuticità sono indicate nel Manifesto degli studi

OBIETTIVI E RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI
Il corso si prefigge di fornire una buona competenza relativa alla fonetica e alla morfologia del paleoslavo e delle lingue slave moderne, nonché una adeguata comprensione del significato della lingua paleoslava nella storia delle lingue e delle culture slave. Si presentano i principali caratteri della civiltà slava, ripercorrendo il suo sviluppo culturale dall’epoca delle migrazioni alla fine del periodo slavo ecclesiastico antico (fino ai secc. XI-XII). Parte integrante del corso è la lettura commentata di un testo paleoslavo normalizzato a scopo didattico.

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE APPLICATE
Il percorso formativo dell’insegnamento intende fornire agli studenti le conoscenze e gli strumenti metodologici necessari per la comprensione della struttura grammaticale (fonetica e fonologica, morfologica e lessicale) delle lingue slave moderne studiate, applicando l’approccio diacronico. La lettura e l’analisi di testi medievali ha come obiettivo (1) un approccio più diretto dello studente alla tradizione paleoslava e (2) metterlo in condizione di approfondire la sua conoscenza della civiltà slava a partire dal suo patrimonio lessicale.

EVENTUALI ULTERIORI RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI
Autonomia di giudizio:
L’approfondimento delle competenze e delle abilità linguistiche consente allo studente di orientarsi nella complessa area linguistico-culturale slava. La progressiva padronanza della cultura slava medievale è basilare per lo svolgimento di ricerche autonome, per la fruizione del patrimonio letterario e l’accesso diretto alle fonti antiche.
Abilità comunicative:
Gli studenti svilupperanno abilità di applicare un approccio diacronico e filologico alle lingua slava moderna studiata. In tal senso, lo studio della Filologia slava va intesa come complesso di competenze e di tecniche da reinvestire nello studio delle altre discipline slavistiche e non solo.
Capacità di apprendimento:
Lo studio della Filologia slava mira a fornire non solo basi linguistiche e culturali agli studi slavistici, ma anche strumenti critici e metodologici utili ad approcciare con cognizioni storiche, linguistiche e culturali il mondo slavo e la sua evoluzione nel tempo e nello spazio.

METODOLOGIA DI INSEGNAMENTO
Il corso è articolato in lezioni frontali con presentazione di carte geografiche, immagini, registrazioni audio-visive, testi.

PROGRAMMA
La cultura slava dalle origini: Introduzione allo studio degli slavi, delle loro lingue e delle loro culture;

l’etnogenesi, la preistoria linguistica, le migrazioni;

la tripartizione del ceppo etnico-linguistico protoslavo;

l’evangelizzazione degli slavi;

la missione Cirillo-Metodiana e la nascita della civiltà scrittoria slava;

la missione morava tra impero romano e e impero franco;

sorte dell’eredità Cirillo-Metodiana e bipartizione della Slavia – Slavia ortodossa e Slavia Latina.

Introduzione al paleoslavo: Lo slavo ecclesiastico antico: grammatica e lettura di testi antichi.
1. Il mondo slavo contemporaneo, spazio geografico e politico.
2. Missione morava di Cirillo e Metodio, alfabeti slavi – glagolitico e cirillico, il canone dei testi paleoslavi.
3. Introduzione alla lingua paleoslava. Lo slavo comune e il paleoslavo. Le tendenze fonologiche del tardo protoslavo.
4. Evoluzione morfologica dello slavo comune attestata nei più antichi codici paleoslavi.
5. Lettura commentata, traduzione, analisi fonetica e morfologica di alcuni testi paleoslavo normalizzati a scopo didattico.
CONTENTS

Introduction to the study of the Slavs, their languages and their cultures; ethnogenesis, linguistic prehistory, migrations; tripartition of the protoslavic ethno-linguistic stock, evangelization of the Slavs, Cyrill and Methodius’ mission and birth of the scriptural Slavonic civilization, development of Cyrill and Methodius’ heritage and bipartition of Slavia – Slavia Orthodoxa/ Slavia Latina. Introduction to Old Church Slavonic. Acquiring a comprehensive knowledge of the History of Old Slavonic phonetic and grammar system. Developing independent research and analysing skills for Old Slavonic texts.
1. The contemporary Slavic world, geographical and political space.
2. The Cyrill and Methodius’ moravian mission, Slavonic alphabets, the canon of the OCS texts.
3. Introduction to the OCS. Common Slavic and OCS. The phonological tendencies of the late Protoslavic.
4. Morphological evolution of the common Slavic attested in the ancient paleoslavonic mss.
5. Reading, translation, phonetic and morphological analysis of some commented OCS texts normalized for educational purposes.


TESTI DI RIFERIMENTO/BIBLIOGRAFIA

BORRIERO PICCHIO L., La letteratura bulgara con un profilo della letteratura paleoslava, Sansoni 1969 (p.9-29);

CANTARINI, A. Lineamenti di fonologia slava, Brescia 1979 (Introduz.);

cantarini_lingua

GARZANITI M., Gli Slavi. Storia, culture e lingue dalle origini ai giorni nostri, Roma 2013 (cap. scelti);

MARCIALIS N., Introduzione alla lingua paleoslava, Firenze 2005 (http://epress. unifi.it), p.3-76;

 

Il monaco Hrabăr “Sulle lettere”, Černorizec Hrabăr “O pismenechă” A. Giambeluca – Kossova, Sofija 1980, pp.177-180.

 

NAUMOW A., Definizione delle aree culturali slave medievali, Roma, http://arca.unive.it/bitstream/10278/28718/1/Naumow, p.51-74);

 

PERI, V. Cirillo e Metodio. Le biografie paleoslave, Milano 1981;

 

PICCHIO, R. La letteratura della Slavia ortodossa, Bari 1991 (cap. scelti);

LETTERATURA DELLA SLAVIA ORTODOSSA

STANTCHEV, K. Questioni di terminologia, problemi di metodo, Gli studi slavistici in Italia, Udine 2007, p.345-361;

 

SCHENKER, A.M. The Down of Slavic, Yale 1995 (cap. scelti);

TACHIAOS A. E., Cirillo e Metodio. Le radici cristiane della cultura slava, Milano 2005, Vite di Cirillo e Metodio.

Nel corso delle lezioni saranno forniti ulteriori indicazioni e materiali.


MODALITÀ DI ACCERTAMENTO DEL PROFITTO
L’esame si articola in: Prova orale al termine del corso sul programma svolto o concordato e sulla bibliografia studiata. Lettura, traduzione e analisi di un testo paleoslavo.
Gli studenti devono conoscere il programma che porteranno all’esame.
Gli studenti non frequentanti sono invitati a concordare il programma d’esame individuale.
Gli studenti che hanno già maturato crediti di Filologia slava devono concordare un nuovo programma previa presentazione della lista delle letture già effettuate.
Discussione di elaborato progettuale: NO.
Lingua in cui si svolge l’esame: Italiano.

 



Integrazione: Ledtteratura bulgara

BIBLIOGRAFIA generale di riferimento
• Borriero Picchio L., La letteratura bulgara con un profilo della letteratura paleoslava, Sansoni-Accademia, 1969 (pp. 9-69: Introduzione alla letteratura paleoslava).
• Cantarini, A. Lineamenti di fonologia slava, Brescia 1979 (Introduzione).
• Conte, F. Gli Slavi. Le civiltà dell’Europa centrale e orientale, Torino 1991 (scelta di capitoli).
• Marcialis N., Introduzione alla grammatica paleoslava, Firenze University Press, 2005 (Biblioteca di Studi Slavistici, 1; stampa a richiesta disponibile su http://epress.unifi.it), Introduzione (pp. 3-76).
• Peri, V. (a cura di) Cirillo e Metodio. Le biografie paleoslave, Ed. O.R., Milano 1981.
• Picchio, R. La letteratura della Slavia ortodossa, Edizioni Dedalo, Bari 1991 (capitoli scelti).
• Poljakov O., Slavjanskie jazyki. Osnovnye osobenosti. Parallel’nye teksty. Vilnius 1998.
• Il monaco Hrabăr “Sulle lettere”, Černorizec Hrabăr “O pismenechă” A. Giambeluca – Kossova, Sofija 1980, pp.177-180.
• Skomorochova Venturini, L. Corso di lingua paleoslava. Grammatica, Edizioni ETS, Pisa 2000.
• Tachiaos A.E., Cirillo e Metodio. Le radici cristiane della cultura slava, Jaca Book 2005 (contiene alle pp. 163-223 una nuova traduzione delle Vite paleoslave di Cirillo e Metodio)
Indicazioni precise sulle letture obbligatorie da scegliere nella Bibliografia generale di riferimento e sulle letture facoltative (anche in relazione agli interessi degli studenti) saranno fornite durante il corso.



Categorie:Q04- Lingue e Culture comparate - Unior - 2018-19, Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

SCIENZA E CULTURA - SCIENCE AND CULTURE

Lo stato dell'arte tra storia e ricerche contemporanee - State of the art: history and contemporary research

ORIENTALIA

Studi orientali - Études Orientales - Oriental Studies

NUOVA STORIA CULTURALE / NETWORK PHILOSOPHY

NUOVA STORIA CULTURALE / NEW CULTURAL HISTORY

NEODRAMMATURGIA

TEATRO E RICERCA - THEATRE AND RESEARCH

LOST ORPHEUS ENSEMBLE

Modern Music Live BaND

Il Nautilus

Viaggio nella blogosfera della V As del Galilei di Potenza

Sonus- Materiali per la musica moderna e contemporanea

Aggiornamenti della Rivista "Sonus"- Updating Sonus Journal

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

ANTONIO DE LISA - SCRITTURE / WRITINGS

Teatro Arte Musica Poesia - Theatre Art Music Poetry

In Poesia - Filosofia delle poetiche e dei linguaggi

Blog Journal and Archive diretto da Antonio De Lisa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: