Murakami Ryū, Tokyo Decadence (トパーズ Topazu), 1988

Murakami Ryū, Tokyo Decadence (トパーズ Topazu), 1988, tradotto dall’inglese da Y. Otake e M. Fiocca, Mondadori (Collana “Piccola Biblioteca Oscar”), 2004, 166 pagine.

Il libro

In una Tokyo in piena decadenza, giovani schiave del sesso a pagamento tentano di conservare un briciolo di dignità tra un incontro erotico e l’altro. Tutto ciò che trovano, però, è umiliazione, perversione, brutale sopraffazione fisica e il più assoluto vuoto emotivo e sentimentale. Non ci sono tracce di umanità nella capitale giapponese, e l’unica via di fuga è riposta nel passato, nel ricordo di un’infanzia spensierata che diventa una mitica età dell’oro, o nella disperata e vana ricerca del vero amore. Nelle pagine di questo libro il ritratto spietato e lucidissimo di ua degradate discesa agli inferi collettiva, sullo sfondo di una metropoli alienante che riduce le persone a semplici corpi, strappando loro l’anima.

“Parlava come un sonnambulo. Io non lo ascoltavo affatto. Gli ho nuovamente infilato i piedini bocca e mi sono resa conto che mi piace mettere le cose in bocca alla gente. In quel momento mi è venuto in mente di infilargli in bocca la cornetta del telefono. Promettendogli di togliermi le calze l’ho convinto ad accettare la cornetta per cinque minuti. Poi ho telefonato al manager e a sua moglie dicendo loro –Adesso vi faccio ascoltare una cosa divertente-, gli ho fatto spalancare la bocca quanto più poteva e chi ho messo dentro la cornetta”.

La raccolta di racconti “Topaz”, in Italia “Tokyo Decadence”, è del 1988 e rappresenta lo zenit narrativo di Murakami che riuscirà anche nella difficile impresa di realizzare una trasposizione cinematografica altrettanto bella (datata 1991) e senza stravolgere o limitare i contenuti dell’opera letteraria. Si tratta di una raccolta dominata da un erotismo morboso e perverso, da una totale assenza di sentimenti e da un più generale senso di disfacimento morale che sembra colpire indistintamente ogni strato del tessuto sociale giapponese. Le giovani prostitute protagoniste dei racconti si sforzano di non abbandonarsi completamente ad una vita senza uscite d’emergenza, ma si trovano a fare continuamente i conti con barriere d’umiliazione, degrado e squallore che le trasformano in oggetti di piacere e scambio. Se il presente non offre alternative e il futuro si presenta come un’incognita sulla quale tuttavia non riporre troppe speranze, l’unica possibilità di salvezza rimane quella di attaccarsi alla spensieratezza e all’innocenza del passato. Ultimo baluardo e trincea dietro la quale nascondersi per evitare il definitivo annullamento di corpo e anima. Per esprimere la decadenza e il cinismo di una società colpita da un boom economico che ne ha compromesso la riconosciuta (e millenaria) solidità morale, Murakami adotta uno stile solido e lineare accompagnato da un linguaggio crudo ed preciso, privo di sottintesi e metafore per non appesantire la narrazione. In questo modo, rompendo i legami con la tradizione e smascherando i limiti, Murakami si trova a fare da apripista per una nuova generazione di scrittori destinati a catalizzare l’attenzione dei lettori su un nuovo modo di fare letteratura nel paese del Sol Levante.

 

L’autore

Murakami Ryū (abbreviazione di Ryūnosuke), scrittore, sceneggiatore e regista giapponese, è nato nel  1952. Non è imparentato né con  Murakami Haruki né con  Murakami Takashi.

La sua prima opera, un romanzo breve intitolato Blu quasi trasparente (限りなく透明に近いブルー Kagirinaku tōmei ni chikai burū?) che tratta della promiscuità e dell’uso di droghe tra i giovani giapponesi, vinse il premio letterario Gunzo per esordienti nel 1976. Il romanzo suscitò critiche entusiastiche, che ne esaltavano la novità nel panorama letterario, benché non mancassero voci che ne denunciavano la decadenza. Nello stesso anno Blu quasi trasparente vinse anche il premio Akutagawa ed in breve tempo divenne un best seller. Nel 1980, Murakami pubblicò Coin Locker Babies (コインロッカー・ベイビーズ?), che raccolse nuovamente grandi consensi di critica e pubblico. Nel 2000, Parassiti (共生虫?) si è aggiudicata la 36ª edizione del Premio Tanizaki.

I suoi romanzi disponibili in italiano sono: Blu quasi trasparente, Tokyo decadence e Tokyo soup :

Blu quasi trasparente (限りなく透明に近いブルー Kagirinaku tōmei ni chikai burū?), 1976, tradotto da B. Forzan, Rizzoli, 1993, 240 pagine. Attualmente fuori catalogo.

Tokyo Decadence (トパーズ Topazu?), 1988, tradotto dall’inglese da Y. Otake e M. Fiocca, Mondadori, 2004, 166 pagine.

Tokyo soup (インザ・ミソスープ In za miso sūpu?), 1997, tradotto dall’inglese da K. Tashiro e K. Bagnoli, Mondadori, 2006, 232 pagine.

Loghetto

https://orientalia.live/

Testi pubblicati per studio e ricerca – Uso non commerciale

Texts published  for study and research-non-commercial use

© Copyright 2010-16 – Rights Reserved

Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License



Categorie:R06- Letteratura giapponese - Japanese Literature

Tag:,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Officina Galilei per il Teatro e la Musica

Museo virtuale delle maschere e del teatro popolare

CULTURE ASIATICHE - ASIAN CULTURES

STUDIES AND RESOURCES FOR HIGH SCHOOLS AND UNIVERSITY

IL CALEIDOSCOPIO

Per guardare il mondo con occhi diversi

NUOVA STORIA CULTURALE / NETWORK PHILOSOPHY

NUOVA STORIA CULTURALE / NEW CULTURAL HISTORY

TEATRO E RICERCA - THEATER AND RESEARCH

Sito di approfondimento e studio della Compagnia Lost Orpheus Teatro

LOST ORPHEUS ENSEMBLE

Modern Music Live BaND

Il Nautilus

Viaggio nella blogosfera della V As del Galilei di Potenza

Sonus- Materiali per la musica moderna e contemporanea

Aggiornamenti della Rivista "Sonus"- Updating Sonus Journal

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

Antonio De Lisa - Scritture / Writings

Teatro Musica Poesia / Theater Music Poetry

In Poesia - Filosofia delle poetiche e dei linguaggi

Blog Journal and Archive diretto da Antonio De Lisa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: