Antonio De Lisa- Piazze (Soggetto e personaggi)

Antonio De Lisa- Piazze (Soggetto e personaggi)

Personaggi

Ing. Gianni Morsi, Responsabile della multinazionale “Tumoil”
Dott. Valentino Mitra, Altro responsabile della multinazionale “Tumoil”
Rocco Marca, Sindaco di Castronuovo di San Marco
Carmelo Nitto, Presidente del Consiglio comunale e Leader del Partito Regionalista Lucano (PRL)
Canio Lesto, portaborse e factotum di Carmelo Nitto
Mario Marcia, Imprenditote, proprietario della Ditta Fragolbol per la coltivazione delle fragole
Veronica Varriale, moglie dell’imprenditore Mario Marcia e presidentessa del Circolo Canasta di Castronuovo di San Marco (CC)
Carmela Citra, moglie di Canio Lesto e accompagnatrice di Veronica Varriale nonché membro del Circolo Canasta
Nicola Verruca, Capo della sezione locale dell’Associazione Lucana Ambientalista (ALA)
Maria Mela, Militante dell’Associazione Lucana Ambientalista (ALA)
Antonio Pista, Militante dell’Associazione Lucana Ambientalista (ALA)
Filomena Lunata, Militante dell’Associazione Lucana Ambientalista (ALA)
Giorgio Salucchi, Prefetto di Matera
Operai della Ditta FragolbolCarabinieri
Cittadini e cittadine di Castronuovo di San Marco


“Piazze” è la storia di una rivolta di un paese lucano, Castronuovo di San Marco, situato esattamente al confine tra le province di Potenza e Matera, contro l’impianto di un oleodotto sotto il Lago del Porcione e un tratto del fiume Basento. La pipeline, che dovrebbe condurre il greggio estratto da un paese più a monte verso il Mar Ionio,  avrebbe effetti inquinanti sulle risorse idriche della zona e comprometterebbe  la raccolta di fragole pregiate, il cui marchio, “Fragolbol”, è famoso in tutto il mondo.

All’inizio gli abitanti del paese,  che è diviso quasi esattamente a metà tra le due province di Potenza e Matera, anche se formalmente ricade nella provincia di Matera, sono quasi inorgogliti dalle nuove prospettive di sviluppo promesse dalla pubblicità della ditta Tumoil, una multinazionale incaricata di progettare e realizzare l’impianto. La parola Tumoil è vicina all’inglese “turmoil”, un sinonimo di “disturbance”, “agitation”, che si può tradurre in italiano con “tumulto”, “subbuglio”. Il nome richiama metaforicamente la circostanza che dove arriva Tumoil si crea tumulto, agitazione. Ma ben presto gli abitanti del paese capiranno che saranno più gli svantaggi che i vantaggi, soprattutto in termini di inquinamento ambientale e di aumento di certe malattie.

Il testo teatrale è diviso in tre atti. Il primo atto riguarda il primo impatto di responsabili della multinazionale con il paese e la sorpresa. Il secondo atto è incentrato sulla sfida dei cittadini, che ingaggiano una sfida con la  multinazionale, ma con la concreta prospettiva di una sconfitta. Il terzo si risolve in un drammatico braccio di ferro e con la vittoria del paese contro la multinazionale.

Il capo dell’operazione è un ingegnere, Gianni Morsi, che è un patito di un videogioco che si chiama “Turmoil”. “Turmoil” è un gioco di simulazione dalla grafica accattivante e presenta una rivisitazione in chiave ironica della corsa al petrolio dell’America del Nord dell’Ottocento. Chi vi gioca cerca  di farsi strada nel settore petrolifero come imprenditore di successo. Mano a mano che si accumulano soldi estraendo e vendendo il petrolio, la città crescerà insieme al giocatore. Prima si prendono in locazione terreni all’asta della città per cercare il petrolio. Poi si costruisce  una perforatrice, si crea un oleodotto efficiente e si estrae il petrolio fino ai silo di stoccaggio. Il giocatore poi cerca di vendere il petrolio al momento giusto per massimizzare gli utili. Il giocatore compra in città i potenziamenti essenziali per rocce, gas e ghiaccio. Per diventare il nuovo sindaco bisogna acquistare più azioni della città dei propri avversari. L’ingegner Morsi ha deciso di far coincidere il completamento dell’operazione relativa all’oleodotto con la sua conquista della poltrona di sindaco nel videogioco “Turmoil”. Lo accompagna il Dott. Valentino Mitra, che in realtà ha il compito di addolcire i rapporti con le autorità locali.

In un primo momento i due responsabili hanno facile gioco nel convincere le autorità del paese dei vantaggi apportati dall’oleodotto. Ma non hanno fatto i conti con i militanti dell’Associazione Lucana Ambientalista (ALA), i quali invitano gli abitanti del paese a prendere coscienza dei rischi dell’operazione. Il paese quindi si schiera. Così come è diviso quasi esattamente tra le province di Potenza e Matera, così è diviso quasi esattamente a metà sulla questione dell’oleodotto. I militanti dell’ Associazione Lucana Ambientalista (ALA) incitano all’azione con forti azioni dimostrative, come l’occupazione della superstrada Basentana, che scorre a pochi chilometri dal paese e l’occupazione della stazione ferroviaria della tratta Potenza-Taranto.

La metà del paese che vuole l’oleodotto, guidata da Carmelo Nitto, Presidente del Consiglio comunale e Leader del Partito Regionalista Lucano (PRL), spalleggiata dai rappresentanti delle forze dell’ordine,  scende in campo contro la metà del paese che non vuole l’oleodotto, guidata dai militanti dell’Associazione Lucana Ambientalista (ALA), in un drammatico braccio di ferro. Alla fine però gli oppositori avranno la meglio, in seguito a un ordine del Prefetto di Matera che non vuole spargimento di sangue. Il Prefetto è un laureato in giurisprudenza, figlio di un contadino che ha partecipato all’occupaziuone delle terre negli anni Cinquanta a Montescaglioso.


Deposito opere presso la SIAE

Bollino

Le opere teatrali e musicali di Antonio De Lisa sono depositate presso la SIAE

Sezione Musica

Sezione Teatro – Sezione DOR (Opere Drammatiche e Radiotelevisive)

logo-compagnia

https://teatroericerca.org/

e-mail: lostorpheusmedia@gmail.com

Sede e Contatti – Location and Contacts:

Antonio De Lisa
c/o LOST ORPHEUS MULTIMEDIA: Via del Popolo, 127/129

85100 POTENZA (ITALY)

(0)39- 097137457 / Cell. 3333878854


Testi pubblicati per studio e ricerca – Uso non commerciale
Published texts for study and research-non-commercial use
© Copyright 2016 – Rights Reserved

Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License.



Categorie:B16- Bozze, Uncategorized

Tag:, ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

SCIENZA E CULTURA - SCIENCE AND CULTURE

Lo stato dell'arte tra storia e ricerche contemporanee - State of the art: history and contemporary research

Storia delle Maschere e del Teatro popolare - Masks and Popular Theatre

Museo virtuale delle maschere e del teatro popolare

ORIENTALIA

Studi orientali - Études Orientales - Oriental Studies

NUOVA STORIA CULTURALE / NETWORK PHILOSOPHY

NUOVA STORIA CULTURALE / NEW CULTURAL HISTORY

TEATRO E RICERCA - THEATER AND RESEARCH

Sito di approfondimento e studio della Compagnia Lost Orpheus Teatro

LOST ORPHEUS ENSEMBLE

Modern Music Live BaND

Il Nautilus

Viaggio nella blogosfera della V As del Galilei di Potenza

Sonus- Materiali per la musica moderna e contemporanea

Aggiornamenti della Rivista "Sonus"- Updating Sonus Journal

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

Antonio De Lisa - Scritture / Writings

Teatro Musica Poesia / Theater Music Poetry

In Poesia - Filosofia delle poetiche e dei linguaggi

Blog Journal and Archive diretto da Antonio De Lisa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: