Antonio De Lisa- Il caso tg STAN: quando una compagnia teatrale fa a meno del regista

tg STAN

Antonio De Lisa- Il caso tg STAN: quando una compagnia teatrale fa a meno del regista

Che cosa spinge una compagnia teatrale a fare a meno del regista? Il caso di un gruppo drammatico belga è talmente insolito che merita una riflessione. Stiamo parlando della compagnia “tg STAN”, collettivo teatrale fiammingo che si è costituito ad Anversa nel 1989. Il nome è un acronimo che sta per Toneelspelergs ezelschap (“compagnia di attori” in fiammingo) e Stop Thinking About Name (“Basta pensare ai noi”, in inglese). Si esibirà a Roma nell’ambito di Short Theatre (17-18 settembre). Tra i lavori più recenti “Scene da un matrimonio” (2013) dal film di Bergman; “Tradimenti” (2014) di Harold Pinter; “Il giardino dei ciliegi” (2015) di Cechov. Ne ha parlato il “Corriere della sera” del 16 agosto 2016.

Sentiamo le loro parole. Jolente De Keersmaeker dice che “tutti prendono parte al processo creativo, dalla selezione del testo alla divisione dei ruoli, dalla drammaturgia alle luci, ai costumi, alle locandine”. E gli altri sono d’accordo: Sara De Roo, Damiaan De Schrijver e Frank Vercruyssen. Tutte le decisioni vengono prese in comune, quando insorge una controversia si sospende il giudizio e ogni decisione viene rimandata a momenti più opportuni.

“La nostra scelta – dice ancora De Keersmaeker – nasce dalla convinzione che il collettivo sia la forma di lavoro verso cui, crediamo, la socetà debba tendere. Senza le indicazioni di qualcuno, ma cercando di realizzare in modo condiviso sogni e aspirazioni individuali. In questo senso il nostro metodo di lavoro è una scelta politica”.

Quando si entra maggiormente nello specifico scopriamo che tutto il lavoro si svolge a tavolino, anche le prove, oltre alla lettura preliminare. E’ tutto verbalizzato, esclusivamente verbalizzato. La prova in scena avviene pochi giorni prima dello spettacolo.

Si può giudicare variamente questa esperienza, quello che un uomo di teatro potrebbe sottolineare è che si torna in questo modo a una forma di teatro esclusivamente letterario. Per reggere le prove è necessario che ci sia dietro un testo perfettamente compiuto in sé, dalle caratteristiche drammaturgiche standard, di forte tenuta scenica. Se è simpatica l’idea democratica e un po’ anarchica di gestirsi da soli, risulta un po’ strana l’idea di un teatro senza teatro, come una specie di lettura in pubblico di testi affermati.

E’ un teatro fortemente contenutistico, si apprezza più il tema del testo che la sua performatività. A proposito di Tradimenti, oltre al triangolo sentimentale, nel dramma scorre sottotraccia il tema dell’inafferrabiltà dei sentimenti e della loro verità. Alla fine si scopre che tutti hanno tradito tutti.

Pasolini definiva questo tipo di teatro, analogamente al suo, “teatro di parola”. Spiegano ancora i membri del gruppo: “I personaggi di Pinter sono divorati dalla passione, in lotta con l’inevitabile mediocrità delle loro vite. Come con un bisturi ne mette a nudo desideri e orgoglio, menzogne e debolezze; glorificando e allo stesso tempo ridicolizzando l’amore. Dal nostro punto di vista, Tradimenti è un testo senza tempo, che mette sotto la lente i conflitti interiori di ogni essere umano. Per esplorare temi come la lealtà, l’ipocrisia, l’auto-inganno eleva la prosaicità delle relazioni umane a un livello universale”.

Come si era capito, queste spiegazioni rivelano quello a cui il gruppo è veramente interessato, il contenuto tematico dei testi, indifferentemente cinematografici o teatrali.

Detto ciò, si può seguire senz’altro con simpatia l’esperimento del gruppo belga.


Logo Scritture it

© 2000-16 Tutti i diritti riservati  – © Copyright 2000-16 – Rights Reserved


Sede e Contatti – Location and Contacts:

Antonio De Lisa

c/o LOST ORPHEUS MULTIMEDIA

Via del Popolo, 127/129
85100 POTENZA (ITALY)

(0)39- 097137457 / Cell. 3333878854

Site: www.adelisa.it

E-mail: lostorpheusmedia@gmail.com
Logo Lost Orpheus Multimedia

Deposito opere presso la SIAE

Bollino

Le opere teatrali e musicali di Antonio De Lisa sono depositate presso la SIAE

Sezione Musica

Sezione Teatro – Sezione DOR (Opere Drammatiche e Radiotelevisive)


This work may not be re-sold, distributed, copied or transmitted in any other form without permission of the author.

© Copyright 2000-16 – Rights Reserved

Licenza Creative Commons

This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License.

 



Categorie:Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

SCIENZA E CULTURA - SCIENCE AND CULTURE

Lo stato dell'arte tra storia e ricerche contemporanee - State of the art: history and contemporary research

Storia delle Maschere e del Teatro popolare - Masks and Popular Theatre

Museo virtuale delle maschere e del teatro popolare

ORIENTALIA

Studi orientali - Études Orientales - Oriental Studies

NUOVA STORIA CULTURALE / NETWORK PHILOSOPHY

NUOVA STORIA CULTURALE / NEW CULTURAL HISTORY

TEATRO E RICERCA - THEATER AND RESEARCH

Sito di approfondimento e studio della Compagnia Lost Orpheus Teatro

LOST ORPHEUS ENSEMBLE

Modern Music Live BaND

Il Nautilus

Viaggio nella blogosfera della V As del Galilei di Potenza

Sonus- Materiali per la musica moderna e contemporanea

Aggiornamenti della Rivista "Sonus"- Updating Sonus Journal

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

Antonio De Lisa - Scritture / Writings

Teatro Musica Poesia / Theater Music Poetry

In Poesia - Filosofia delle poetiche e dei linguaggi

Blog Journal and Archive diretto da Antonio De Lisa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: